I segreti per massimizzare la creatività

Ecco i sette segreti per massimizzare la produttività fin dal mattino.
Svegliarsi presto
La concentrazione più alta è raggiungibile nella prima parte della giornata, perché il sonno favorisce l’ottimizzazione delle funzioni celebrali.
Non è pensabile di lavorare in modo produttivo se quando ci si alza si è già stanchi. È importante stabilire il numero di ore giusto da dedicare al sonno, per migliorare la qualità del riposo. La creatività richiede lucidità e prontezza, perciò è anche consigliato limitare le notti brave nel weekend.
Dedicarsi all’attività fisica
Escursioni e attività sportive sono i migliori catalizzatori per la creatività.
Bastano 30 minuti di corsa o esercizi aerobici per far si che si mettano in moto le migliori prestazioni intellettuali.
Invece 10-15 minuti di camminata veloce possono far impennare la creatività. La capacità di coordinamento necessaria per camminare occupa la regione del cervello responsabile del pensiero lineare, liberando così la fantasia e la creatività. Da provare!
Aspettare un’ora prima di bere il primo il caffè
È un ostacolo difficile ma ce la si può fare!
Prendere il caffè appena alzati può frenare la creatività. Il corpo, appena svegli, produce il più alto picco di cortisolo. Farlo abituare alla carica ed energia del caffè non è una buona soluzione, perché inibisce il beneficio naturale che potremmo trarre dagli ormoni di prima mattina.
Aspettare un po’ (un’oretta) per prendere il primo caffè ti porta a godere della produzione naturale di cortisolo e della piccola scarica energetica data dall’ingestione di caffeina.
Mettere i pensieri nero su bianco
Scrivere con carta e penna può essere un grande aiuto per la creatività.
La mattina, appena svegli, fissare su un foglio i propri pensieri. Ciò che si scrive non deve necessariamente avere un ordine: molto spesso il l’inchiostro e l’odore della carta favoriscono il flusso creativo.
Alcuni studi hanno anche dimostrato che scrivere per qualche minuto favorisce lo sviluppo delle capacità mnemoniche e delle attitudini cognitive.
Meditare
Iniziare la giornata con 15-20 minuti di meditazione fa bene alla produttività.
Un esempio di questa tecnica sono  senza dubbio i dipendenti della Walt Disney Company che dopo la sessione sono più concentrati e predisposti a trovare soluzioni creative.
La meditazione aiuta a trovare soluzioni in apparenza complesse da trovare, stimolando le nostre abilità di problem solving e le nostre intuizioni.
È un ottima tecnica anche per la limitazione dello stress, per imparare a controllare le emozioni e aumentare i livelli di attenzione.
Ascoltare 10 minuti di musica
La musica è da sempre una grande fonte di ispirazione e di creatività.
L’ascolto anche solo di 10 minuti aumenta la concentrazione e la curiosità.  Questi sono due degli effetti benefici che la musica apporterebbe al nostro cervello.
In particolar modo la musica classica può rappresentare un importante valore per la produttività.  L’effetto Mozart, dice che l’ascolto del celebre compositore favorirebbe la concentrazione e aumenterebbe creatività e altre funzioni cognitive.
Eliminare le fonti di distrazione
Per essere produttivi, bisogna eliminare qualsiasi fonte di distrazione.
Le distrazioni possono interrompere le idee e inibire le capacità creative.
La soluzione, in questo caso, potrebbe essere quella di darsi degli obiettivi e dedicare la mattina allo sviluppo dei progetti senza cadere nelle tentazioni, come quella di sbirciare le chat ogni cinque minuti.
Rimanere concentrati è fondamentale!